sabato 24 gennaio 2015

Episodio Uno: Man Seeking Woman

Episodio Uno è la nuova interessantissima rubrica de Il Cumbrugliume! Di cosa parla? Ma degli episodi uno! Settimanalmente (seh, vabbè) prenderemo (plurale maiestatis) in esame il primo episodio di una serie tv appena uscita. O anche uscita duecento anni fa, basta che l'abbia vista la prima volta recentemente. O anche non recentemente. Insomma, parleremo della prima puntata, oh! Da cosa cominciamo?

MAN SEEKING WOMAN


Capita raramente, ma a volte saltano fuori delle piccole serie di cui non si è mai sentito nominare che fin dai primi istanti ti fanno dire "ah, però!". E' il caso appunto di Man Seeking Woman, nuova commedia di FXX tratta da un libro di racconti sull'amore del giovane scrittore Simon Rich. Mi è bastato vedere l'immagine che ho riportato qui sopra per pensare "questa serie mi piacerà".

Jat Baruchel, il protagonista, è un volto già piuttosto noto al grande pubblico per le sue parti in Million Dollar Baby, Tropic Thunder, Fanboys o This is the End, ma ancora probabilmente è più famoso per la sua voce che per il suo volto. E' lui infatti a doppiare in originale Hiccup nei due capitoli di How to Train your Dragon. Forse però le cose stanno per cambiare, le sue parti stanno divenendo via via più importanti e se otterrà un buon successo Man Seeking Woman potrebbe essere una svolta nella sua carriera.

Jay è Josh Greenberg, un ventenne disoccupato che è stato appena mollato dalla fidanzata dopo una lunga relazione. Mentre l'amico Mike passa da una ragazza all'altra usando Tinder lui si deprime e non sa come reagire... così la sorella gli propone un appuntamento al buio con una sua amica bionda e scandinava. Sembra una occasione da non perdere... peccato che si tratti di un troll. Non un troll di internet, un VERO troll! Non può andare certo bene...

Ma non finisce qui. Josh (che per un quarto è ebreo) viene invitato ad una festa a casa della ex, solo per scoprire che... si è subito rifidanzata. Con Adolf Hitler. L'originale Adolf Hitler, che seppur 126enne è ancora piuttosto arzillo dopo aver finto la propria morte ed essere rimasto nascosto per decenni in Sudamerica. Josh si sbronza e diventa scortese... Per fortuna in metropolitana riesce ad ottenere il numero di telefono di una ragazza carina, cosa che gli varrà nientemeno che le congratulazioni di Barack Obama in persona.

Come ovvio la serie fa dell'atmosfera surreale il suo punto di forza, scelta che forse non garantirà grandi ascolti (a dire il vero i risultati del primo episodio sono stati piuttosto penosi) ma che potrebbe garantirgli uno status di culto. Baruchel è ottimo nella parte dell'adorabile perdente per il quale non si può che fare il tifo, e divertentissimo è anche l'amico Mike (Eric André). Personalmente dopo il troll e Hitler non vedo l'ora di scoprire cosa si sono inventati per le prossime puntate, sperando che non abbiano sparato fin da subito le migliori cartucce...

Voto: ****

Continuerò a seguirla? Si.


2 commenti:

  1. Primo episodio davvero fuori di testa, però per i prossimi dovranno superarsi con le trovate e non so se ce la faranno...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche la seconda puntata non è affatto male :)

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...