mercoledì 25 marzo 2015

The 100 - Stagione due: più che decente!

Lo scorso anno la prima serie di The 100 ottenne una recensione sorprendentemente positiva qui sul Cumbrugliume. Già è strano che arrivi a seguire una serie prodotta dal CW Network, figuriamoci che mi piaccia! E invece questa storia di adolescenti (quasi tutti) belli in modo assurdo che vengono spediti forzatamente sulla Terra 97 anni dopo una catastrofe nucleare per scoprire se è tornata abitabile, e vi trovano altri adolescenti belli in modo assurdo che sono regrediti allo stadio di selvaggi e non solo mi aveva sorpreso. Perché al di là delle assurdità che CI SONO, è inevitabile (potere ai ragazzini!), la prima stagione presentava insieme a storie d'amore anche se vogliamo banalotte ma comunque coinvolgenti la curiosità di un mondo vergine da esplorare ma anche tematiche più adulte trattate senza reticenze. Quindi violenza, sfruttamento, sacrificio, tradimenti, alti dilemmi morali.


Concludevo la mia recensione poco meno di un anno fa dicendo che la possibilità di scoprire qualcosa di più su questa nuova Terra mi intrigava, e la seconda stagione ci ha dato proprio questo... ma a sorpresa il meglio si è trovato altrove.


Abbiamo potuto trovare il meglio nella guerra tra spaziali, terrestri e uomini dalla montagna. Una guerra vera, senza esclusione di colpi bassi e bassissimi, con spargimenti di sangue, massacri di innocenti, momenti anche di genuina sorpresa. In qualche modo (bestemmia) la seconda stagione di The 100 mi ha ricordato certi momenti di Game of Thrones (ma senza tette e fiche), visto che fatta eccezione per alcuni personaggi è veramente difficile dire chi abbia ragione e chi sia nel torto. Anche i cattivi hanno dei momenti di redenzione, anche i buoni fanno delle orribili bastardate per le quali ahimè saranno costretti in qualche modo a pagare. Le gnocche strafiche ci sono sempre, ma sono costrette ancor di più a sporcarsi le mani e non solo, a ricoprirsi anche letteralmente di merda per andare avanti un giorno in più.


La seconda stagione è stata migliore della prima, più completa, più ricca di scenari e situazioni, sempre affascinante ma meglio sviluppata. Anche grazie ad attori che pur non essendo da Oscar sono comunque cresciuti e si sono dimostrati in grado di esprimere una gamma di emozioni vagamente più ampia della media (anche perché - spoiler - gli attori più cani sono stati quasi tutti fatti fuori). Mi è piaciuta sicuramente di più. Salvo per un particolare. Che è proprio quello da cui mi aspettavo di più...

La sottotrama dell'esplorazione del mondo è stata lasciata quasi completamente nelle mani dei due personaggi forse peggio sviluppati della serie: Thelonius Jaha, che da super-super-buono diventa completamente pazzo, poi forse super-cattivo, poi mezzo e mezzo, poi si atteggia da traditore, poi ha una svolta mistica e poi boh non si capisce, e John Murphy, che da super-super-cattivo diventa quasi-buono, poi semi-cattivo, poi seguace del mistico, poi decide di farsi i cazzi suoi e boh. Francamente le motivazioni di questi due cambiano talmente tante volte nel corso della serie che al momento mi sfuggono, uno si aspetta chissà cosa e alla fine... si, la sorpresa c'è, ma almeno da parte mia è una sorpresa di quelle che fanno esclamare "ma vai a cacare!" piuttosto che "wow".

Obbligatorio bacio lesbo
La serie, comunque, ha molti più momenti "wow" di quelli "ma vai a cacare!", quindi è promossa. E si merita mezzo voto in più della prima! Aspettando la terza, già confermata, che - pronostico mio - sarà quella dello svacco.

Voto: *** 1/2


3 commenti:

  1. Devo ancora finire la seconda stagione, ma sono d'accordo con te. Per carità, non parliamo della serie dell'anno (come non lo abbiamo fatto lo scorso anno), però si lascia guardare ed ogni tanto regala qualche evoluzione cattiva e inaspettata. Il parellelo con Game of Thrones era venuto in mente anche a me, sia per le innumerevoli locations che ci propinano (Desmond o come si chiama da una parte, Jaha dall'altra, la fortezza tra le montagne, i villaggi dei terrestri, l'accampamento degli uomini del cielo), sia per i titoli di testa, che forse rievocano sin troppo le geografie di GoT.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ci canto sempre sopra la sigla di GoT :D

      Elimina
  2. Ho visto solo il primo episodio della prima serie e non mi era nemmeno dispiaciuto, però poi mi è passato di mente.
    Conto di recuperarlo, prima o poi.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...